EUROMAYDAY

EUROMAYDAYS - THE NED

Dodici mesi esatti ci separano dall'apertura dei cancelli di Expo2015: il grande evento che soprattutto nell'ultimo anno ha concentrato su di sé aspettative, roboanti promesse di progresso e sviluppo, ma anche tutto il peggio di una ricetta di ripresa economica centrata su precarietà lavorativa, speculazione finanziaria, cemento, stato d'eccezione e poteri speciali.

A un anno da Expo 2015 e in prossimità del semestre di presidenza italiana dell'Unione Europea, stiamo pensando in grande: l'appuntamento dell'Euromayday 2014 non si esaurirà nella Parade del 1 Maggio ma aprirà una tre giorni di dibattiti, proposte e azioni: The NED, i NoExpoDAys.

11/12 ott a Milano | Grandi opere e megaeventi: liberiamocene! Le cronache e le inchieste delle ultime settimane hanno rivelato un quadro di corruzione e malaffare che lega tra loro mega-eventi e grandi opere, da Expo al TAV, passando per Mose e la ricostruzione post sisma de L’Aquila. Le lotte territoriali e i movimenti non hanno avuto bisogno dei tribunali per svelare questo legame, da anni denunciamo che dietro questi grandi progetti che devastano i...
continua »
Le cronache e le inchieste delle ultime settimane hanno rivelato un quadro di corruzione e malaffare che lega tra loro mega-eventi e grandi opere, da Expo al TAV, passando per Mose e la ricostruzione post sisma de L’Aquila. Le lotte territoriali e i movimenti non hanno avuto bisogno dei tribunali per svelare questo legame, da anni denunciamo che dietro questi grandi progetti che devastano i...
continua »
GRANDI OPERE e MEGAEVENTI: LIBERIAMOCENE |11-12ottobre2014 Milano Le cronache e le inchieste delle ultime settimane hanno rivelato un quadro di corruzione e malaffare che lega tra loro mega-eventi e grandi opere, da Expo al TAV, passando per Mose e la ricostruzione post sisma de L’Aquila. Le lotte territoriali e i movimenti non hanno avuto bisogno dei tribunali per svelare questo legame, da anni denunciamo che dietro questi grandi progetti che devastano i...
continua »
Tra “tavoli” e diritto alla città Abbiamo seguito con attenzione la discussione in corso a Milano tra i diversi spazi sociali occupati sull’opportunità o meno di aprire un confronto con l’amministrazione comunale. Un’occasione che potesse funzionare, allo stesso tempo, come “sospensione temporale” della politica degli sgomberi che ha caratterizzato anche questa Giunta; e come possibilità di una discussione vera su cosa possa diventare questa città per chi ci vive, ci lavora,...
continua »
Toc toc..che fate uscite? No, occupato | comunicato Dinamica pubblica, apertura a tutti i soggetti della galassia dell’autogestione e moratoria sugli sgomberi pendenti sugli spazi occupati della città. Con questo indirizzo abbiamo risposto all’anomala convocazione dell’amministrazione comunale per sondare la serietà del tavolo aperto sul tema degli spazi sociali a Milano. Una convocazione, a cui crediamo non sia estranea la preoccupazione delle istituzioni di arrivare a una normalizzazione sociale e “territoriale” in vista...
continua »
Le Belve Precarie si ribellano al lavoro gratuito di Expo 2015 CiEsseVi: Cercasi Schiavi a Volontà Oggi 4 giugno a Rho le belve precarie hanno tirato fuori gli artigli contro il lavoro gratuito di expo 2015 scorrazzando per le vie della città e segnalando i centri del reclutamento dei “volontari” lavoratori gratuiti per la grande baracconata di Expo 2015. Gli attivisti del Centro Sociale Sos Fornace e del Punto San Precario di Rho hanno fatto tappa...
continua »

continua »
Manifestazione NoCanal BASTA CHIACCHIERE, VOGLIAMO I FATTI! FERMARE I CANTIERI CANCELLARE LA VIA D’ACQUA SUD Nonostante gli arresti e le confessioni di Maltauro, nonostante le dichiarazioni di Pisapia e di altri esponenti dell’amministrazione comunale, nonostante Metropolitana Milanese sia giuridicamente reponsabile dei cantieri nella figura del D.L Ing. Stefani, i lavori della via d’acqua proseguono anche oggi con la… presenza degli addetti Maltauro, in zona Lorenteggio, tra il...
continua »
LEGGI E SCARICA IL DOSSIER Il testo Nessuna faccia buona, pulita e giusta a EXPO 2015 – Dossier su Slow Food, Coop Italia e Eataly è una critica del grande evento milanese che, concentrandosi sui tre attori che danno sostanza al tema ufficiale, intreccia analisi del discorso pubblico, politica economica e antispecismo. Autore di questo dossier, uscito nel maggio 2014, è il gruppo “Farro&Fuoco – Alimenta il conflitto.  
continua »
#askExpo: ennesimo flop del brand Expo2015 Voleva essere, nelle intenzioni di Expo2015, l’occasione per lanciare in maniera social e smart la campagna di reclutamento delle migliaia di volontari per i freejobs, che costituiranno, di fatto, la preponderante opportunità occupazionale a reddito zero del megaevento. #askExpo l’avevano chiamata, come dire, chiedi e ti sarà dato, ma si è rivelato un boomerang totale, da un punto di vista mediatico, e l’ennesimo epicfail di...
continua »
#askExpo – Volontari e free jobs Expo risponde alle domande degli utenti via twitter mercoledì 21 maggio a proposito del reclutamento dei 18000 volontari che dovrebbero garantire lo svolgimento del grande evento del 2015. La rete si ribella e l’occasione si trasforma in un’operazione di smascheramento delle contraddizioni insite nel sistema Expo. LEGGETE A QUESTI LINK I TWEET PIU’ POPOLARI! OffTopic Lab San Precario Milano Diego Weisz
continua »
Il 16\17\18 Maggio 2014 si è svolto a Roma presso il Forte Prenestino, l’incontro nazionale di Genuino Clandestino, movimento nazionale  per l’autodeterminazione alimentare (http://genuinoclandestino.noblogs.org/). Una comunità eterogenea che riunisce contadini\contadine, allevatori\allevatrici, singoli soggetti, famiglie, cittadini, associazioni di diversa natura, gruppi informali in difesa delle terre, fricchettoni d’oggi e d’altri tempi. Scopo della tre giorni è stato quello di allargare la comunità, aggiornarsi sui progetti specifici che si portano...
continua »
L’ultima spallata ad Expo2015 Lo abbiamo sempre detto e l’abbiamo ribadito durante i the Ned – NoExpo Days che si sono aperti dopo il Primo Maggio dei precari: Expo2015 è la negazione puntuale e completa del Diritto alla Città, ovvero di un governo democratico e collettivo del territorio, di una pianificazione urbana che tenga conto delle esigenze lavorative e di vita (prima fra tutte la casa) della popolazione, di...
continua »
#EXPOGATE Pubblichiamo l’articolo della rete Attitudine No Expo sulla recente vicenda degli arresti legati agli illeciti riguardanti gli appalti per Expo2015. Mele marce, abbiamo ripulito Expo, non pensavamo fosse così. Sono più o meno di questo tenore le reazioni del mondo politico e dell’opinione pubblica agli arresti dell’8 maggio legati agli appalti di Expo. Una convinzione ingenua o in malafede, a seconda dei casi, supportata dall’informazione...
continua »
La vera eccellenza di Expo: gli arresti! di Piero Maestri Se cominciassimo questo articolo con la semplice notizia “arrestati Primo Greganti e Gianstefano Frigerio”, i meno giovani penserebbero di essere capitati su una cronaca degli anni ’90 pubblicata per sbaglio. Invece siamo ancora lì e questi signori delle tangenti sono finiti in carcere insieme al “general mamager” di Expo SpA Angelo Paris. L’accusa nei loro confronti è quella di turbativa d’asta e...
continua »
#theNED – Report dei workshop Come era stato annunciato, la Mayday di quest’anno non si è conclusa il 1 maggio. Nei tre giorni seguenti si sono svolti i No Expo Days, occasione di confronto aperto, approfondimenti e definizione di un percorso che accompagnerà tutto il prossimo anno sino all’inizio di Expo Milano 2015. Numerosi sono stati i temi trattati, dalla riforma del mercato del lavoro, alle politiche di speculazione metropolitana...
continua »
No Expo may days… Con la plenaria tenutasi al Parco delle Cave si sono conclusi “theNED”, i NoExpoDays che hanno prolungato la Mayday fino al 4 maggio. Insieme agli altri soggetti che hanno dato vita all’iniziativa, abbiamo scelto non a caso di tenere la plenaria in quel luogo, all’interno di uno dei parchi cittadini messi a rischio dal progetto della “via d’acqua”. La via d’acqua è un’inutile e costosa...
continua »
Lo Smeraldo chiude, Eataly apre. Certo, ci sono stati di mezzo degli anni, e non si può affatto dire che la chiusura dello Smeraldo sia colpa di Eataly. Semmai, è stata una occasione ghiotta, per ridefinire praticamente e simbolicamente il valore di quel luogo.Sulle ceneri dello Smeraldo, la cultura della tradizione gastronomica italiana diventa l’alto cibo; nel centro di uno dei quartieri più gentrificati di...
continua »
  Lo Smeraldo chiude, Eataly apre. Certo, ci sono stati di mezzo degli anni, e non si può affatto dire che la chiusura dello Smeraldo sia colpa di Eataly. Semmai, è stata una occasione ghiotta, per ridefinire praticamente e simbolicamente il valore di quel luogo. Sulle ceneri dello Smeraldo, la cultura della tradizione gastronomica italiana […]
continua »
Si è conclusa oggi, con l’assemblea plenaria al Parco delle Cave, simbolo della lotta No Canal, The Ned, la tre giorni NoExpo iniziata con la Mayday Parade del Primo Maggio. Gli interventi ripercorrono le iniziative di The Ned, azioni, workshop, seminari, riflessioni. Una scommessa vinta, quella di portare i temi No Expo in uno spazio […]
continua »